Pian di Marte

piandimarte noi 06 piandimarte noi 05 piandimarte noi 04 piandimarte noi 03 piandimarte noi 02 piandimarte noi 01
piandimarte_alto_02Ci sentiamo chiedere spesso come mai ci ritroviamo qui, sulle colline che circondano il Lago Trasimeno, in fondo veniamo da posti piuttosto lontani, Liguria, Sicilia, Venezia Giulia; una delle chiacchiere preferite nel dopocena è il racconto di come abbiamo trovato questo posto, allora insieme alla grappa salta sempre fuori un album di foto, con quelle che allora erano solo “pietre sul prato”: San Cristoforo in Pian di Marte come si è fatto trovare.
Tutto comincia con tre giovani coppie che a metà degli anni novanta cominciano a giocare con l'idea di costruire qualcosa tutti insieme, in campagna, per poter vivere e lavorare fuori dalla città. Comincia anche con due sorelle che coltivano la voglia di tornare a vivere insieme e di rifondare una vecchia attività familiare. O forse comincia con un bambino in arrivo, o con un siciliano trapiantato al Nord che si incammina verso il meridione senza affrettarsi troppo...

Insomma, in quegli anni cominciamo a girare per l'Italia centrale, un po' a caso inizialmente, in cerca...
Finché un giorno le cose precipitano: capitiamo proprio nella Valle di Pian di Marte, ci innamoriamo della zona del Trasimeno, battiamo il territorio palmo a palmo e vediamo tutto ciò che è in vendita; infine, durante una chiacchiera in osteria, confidiamo al prete del paese di essere rimasti colpiti dai ruderi del complesso di San Cristoforo e veniamo indirizzati alla Curia di Perugia che ci vende il tutto.

Ci appoggiano e ci sostengono fin dall'inizio alcuni personaggi fidatissimi: Lorenzo, architetto prezioso e unico, Giuseppe, deus ex machina della ristrutturazione, Cesare, insostituibile commercialista, mentre tanti altri nel corso degli anni ci regaleranno preziosi contributi, impossibile nominarli tutti!

Quando nell'anno 2000 siamo arrivati qui, abbiamo trovato case e chiesa abbandonate, ruderi, selve di rosa canina e biancospini, innumerevoli tane di lepri e il paradiso per i cacciatori.
Ed è allora che comincia l'impresa titanica che vede il nostro Lirio e suo padre Giuseppe affrontare in prima linea, con le loro proprie mani, la RISTRUTTURAZIONE !
Anzitutto abbiamo messo in sicurezza la chiesa, rifacendo a nuovo il tetto che stava crollando, “ricucendo” una lesione che rischiava di causare il distacco di un intero angolo dell'edificio e rinsaldando le fondamenta con l'iniezione di micropali. In seguito tutti gli edifici sono stati ricostruiti quando possibile con i materiali recuperati sul posto; tutti i solai e le coperture sono in legno di castagno e laterizio fatto a mano, le pareti esterne sono state “decostruite” e rimontate pietra su pietra.
Di fronte a cotanta impresa, per anni e anni tutte le energie di tutti noi sono state convogliate qui, tra difficoltà e momenti di esaltazione, partenze e arrivi...
Il campanile è ora restaurato, i lavori all'interno della chiesa saranno presto portati a termine mentre la ricostruzione del complesso e l'apertura dell'attività ricettiva sono ormai una realtà.

Ricordando chi ha preso altre strade e chi dolorosamente è scomparso, noi lo sentiamo – qui in cima al Poggio - un poco del respiro di tutti coloro che per un tratto hanno camminato con noi.

  • icona_pdm
    Pian di Marte e noiCi sentiamo chiedere spesso come mai ci ritroviamo qui, sulle colline che circondano il Lago Trasimeno, in fondo veniamo da posti piuttosto lontani, Liguria, Sicilia, Venezia Giulia; una delle chiacchiere preferite nel dopocena è il racconto di come abbiamo trovato questo posto, allora insieme alla grappa salta sempre...Leggi tutto
  • icona_pdm
    La storia “Pian di Marte, che bel nome di guerra!” scrive di noi Paolo Rumiz (La Repubblica 9 Agosto 2007), da sempre infatti una suggestione immediata rimanda al dio della guerra. La denominazione Piano di Marte, Pian di Marte, o anche Piandimarte per il Comune di Passignano, è in realtà di origine molto antica e controversa.Leggi tutto
  • icona_pdm
    San Cristoforo Sino all'inizio degli anni '80, la chiesa di San Cristoforo era la sede parrocchiale della comunità che abitava il Pian di Marte, alle spalle del lago Trasimeno, tra i comuni di Passignano e Lisciano Niccone. Posta sulla sommità del Poggio che domina il piano, S. Christophorus Plani Martis è stata costruita in sostituzione… Leggi tutto

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi